Personale docente

Cinzia Franchi

Ricercatore universitario confermato

L-LIN/19

Indirizzo: VIA BEATO PELLEGRINO, 1 - PALAZZO MALDURA - PADOVA . . .

Telefono: 0498278672

E-mail: cinzia.franchi@unipd.it

  • Il Martedi' dalle 13:00 alle 16:00
    presso Studio della docente - Palazzo Beldomandi, via Beldomandi 1, I piano
    Il ricevimento riprende il 25 agosto. Le prime due date per il ricevimento saranno eccezionalmente il venerdì pomeriggio (25/08; 01/09), dalle ore 15 alle ore 18.00. Successivamente riprenderanno nel consueto orario del martedì. La docente riceve esclusivamente su appuntamento, da concordare via e-mail all'indirizzo: cinzia.franchi@unipd.it

► Dal 20 aprile 2015 ricercatore confermato. Dal 1° febbraio 2011 ricercatore (L-LIN/19) presso l'Università di Padova e docente dei corsi di Letteratura Ungherese e Mediazione Ungherese.
Dall'a.a. 2001-2002 al I semestre dell'a.a. 2010-2011 docente a contratto presso la Cattedra di Lingua e Letteratura Ungherese dell'Università "La Sapienza" di Roma dei corsi di Mediazione Ungherese; Lessico Disciplinare; Letteratura Ungherese; Lingua e Traduzione da/verso l'ungherese; Filologia ugro-finnica.
► Laurea (Università “La Sapienza”, Roma - 1988, cum laude) in Lingua e Letteratura Ungherese (con studi triennali di filologia ugro-finnica).
► Borsa per dottorato di ricerca quadriennale all’estero del Ministero dell’Università italiano (Szeged-Budapest, Ungheria, 1991-1995).
► Ph.D. (1997): Accademia Ungherese delle Scienze di Budapest, tesi sull’influenza linguistico-letteraria ungherese sul primo testo teatrale rumeno plurilingue (1780 ca). Sull’argomento ha pubblicato una monografia ("Occisio Gregorii in Moldavia Vodae Tragedice Expressa", 1997).
► Ha usufruito di borse di ricerca in Italia e all’estero per progetti di ricerca sulla lingua e la letteratura ungherese (XVII-XVIII e XX secolo) nel periodo 1994-2009, i cui risultati hanno fornito l’apparato filologico, storico-critico, linguistico e letterario di due edizioni critiche(K. Mikes, "Lettere dalla Turchia", 2006; K. Sz. Petrőczy, "Poesie", 2009) e numerosi saggi (1994-2013).
► Ha insegnato inoltre all'estero presso le università di Cluj-Kolozsvár (1992-1995) e Szeged (1990-1991); in Italia presso l'Università di Roma Tor Vergata (1998-1999) e presso la Pontificia Facoltà di Scienze della Formazione "Auxilium" di Roma (1999-2000).
► Ha partecipato a convegni di carattere internazionale e tenuto conferenze presso università e istituzioni di pari grado in Italia e all'estero.
► Ha partecipato all'Unita' di Ricerca (responsabile prof. Roberto Ruspanti, Università di Udine) per la tematica dello sviluppo e dei cambiamenti della lingua italiana attraverso la traduzione letteraria ungherese (con particolare riferimento ai traduttori madrelingua italiano/ungherese) nell'ambito delle richieste di finanziamento PRIN 2010-2011. Titolo della ricerca nazionale: "Contatti, mutamenti, identità, varietà nell’Italia linguistica contemporanea. Tensioni e tendenze nello spazio linguistico italiano globale" - coordinatore nazionale prof. Massimo Vedovelli - .
► Membro della NMFT (Nemzetközi Magyar Filológiai Társaság - Associazione internazionale di Studi Ungheresi), dell'unità di ricerca presso l'Università di Padova del CISUECO (Centro Interuniversitario di Studi Ungheresi) dell'AISSECO (Associazione Italiana Studi di Storia dell'Europa Centrale e Orientale), della FUSAC (Finno-Ugric Studies Association of Canada) e del comitato scientifico della rivista di filologia ungherese RSU (Rivista di Studi Ungheresi).
► Consulente per la collana di letteratura ungherese “Podium Pannonicum” edita dalla casa editrice Lithos in collaborazione con l’Accademia d’Ungheria in Roma e con il Ministero della Cultura ungherese.
► Nell'ambito delle attività del CISUECO, ha organizzato i seguenti convegni internazionali: "Giorgio Perlasca e Raoul Wallenberg: ricordando" (Padova, 25-26 ottobre 2012); "Storia, letteratura e cultura dei popoli del Regno d'Ungheria all'epoca della monarchia austro-ungarica 1867-1918" (Roma, 30 gennaio-1 febbraio 2013)

► Monografie:

L'arancia ungherese. La letteratura in Ungheria negli anni Cinquanta, collana laboratorio est/ovest, Lithos, Roma 2014

'Occisio Gregorii in Moldavia Vodae Tragedice Expressa', ed. Pallas-Akadémia, Miercurea Ciuc-Csíkszereda 1997

► Edizioni critiche:

Kata Sz. Petrőczy, "Poesie", ed. Lithos, Roma 2009, pp. 229 (prefazione di M. S. Sárdi, pp. 5-10; apparato storico-critico, note e postfazione di C. Franchi, pp. 184-229)

Kelemen Mikes, "Lettere dalla Turchia", Lithos, Roma 2006, pp. 443 (prefazione di Gy. Komlossy, pp. 9-22; apparato filologico, storico-critico, biografico, saggio introduttivo e bibliografia a cura di C. Franchi, pp. 23-56; 305-443

► Curatele

Lőrinc Szabó, "Poesie scelte", ed. Lithos, Roma 2008, pp. 197 (a cura di E. De Martin, consulenza e revisione di C. Franchi)

György Somlyó, "Favole contro la favola", ed. Lithos, Roma 2007, pp. 265 (a cura di C. Franchi e N. Pálmai)

► Saggi pubblicati in volume (tra i più recenti)

"Varianti teatrali delle rappresentazioni funebri del folclore ungherese nel XVIII secolo: un esempio transilvano", in AA.VV., "Sul cammino delle metamorfosi tra gli Urali e il Mediterraneo. Dal mito alle trasformazioni sociali" (a c. di Carla Corradi M.), Bologna: Edizioni CINE//SINE, p. 29-37.

"Reading Kelemen Mikes in Italy", in "Interkulturalitat im Exil: Das Werk von Kelemen Mikes im Kontext der Europaischen Aufklarung" (Budapest 12-15 ottobre 2011), Frankfurt, Peter Lang, pp. 500-509.

"Favole contro la favola tra Roma e Budapest. In memoriam György Somlyó (1920-2006)", in: AA.VV.. "Annuario 2007-2008; 2008-2009", Roma, Aracne, pp. 670-674, .

"Európai utas, Erdély szerelmese" (Viaggiatore europeo, innamorato della Transilvania), Kelemen Mikes, in "A magyar irodalom történetei" (Storie della letteratura ungherese, a c. di M. Szegedy-Maszák), vol I, Gondolat, Budapest 2007, pp. 579-588.

► Saggi in rivista (tra i più recenti)

"La condizione delle donne nella narrativa ungherese del primo Novecento", RSU. Rivista di Studi Ungheresi, vol. 12 (2013), p. 120-127.

"Un secolo di traduzioni letterarie ungheresi in Italia", in: Nuova Corvina, vol. 23 (2011), pp. 119-131.

"Momenti e problemi dei rapporti letterari italo-ungheresi", in: ME.DOK, vol. 4 (2010), pp. 97-103.

"Tradurre la letteratura ungherese oggi. "Mediatori", editori, autori, lettori", in RSU (Rivista di Studi Ungheresi), n. 7 (2008), pp. 87-97

"Olasz hungarológusok – műfördítók műhelyek" (Magiaristi italiani – traduttori letterari, officine di traduzione), in Korunk 10 (2007).

"Transilvania, Europa e “OltreEuropa”: sulla traduzione italiana delle "Lettere dalla Turchia" di Kelemen Mikes", in Transylvanian Review vol. 2 (2007), pp. 72-81.

"Gli intellettuali ungheresi e il 1956: il Circolo Petőfi", in RSU (Rivista di Studi Ungheresi) 6 (2007), Atti del Convegno in Memoria del 50° anniversario della rivoluzione ungherese del 1956, Roma, La Sapienza, 7/11/2006.

► Dialettologia ungherese: l'area linguistico-culturale székely; influenze del dialetto sulla letteratura ungherese (XIX-XX sec.)

► Lingua italiana e lingua ungherese attraverso lo specchio della traduzione di opere letterarie ungheresi in Italia; il ruolo del traduttore madrelingua (italiano/ungherese).

► Letteratura ungherese al femminile: il viaggio e la memoria (XVII-XX): un percorso di ricostruzione del cammino delle donne all'interno di un più ampio contesto storico, sociale ed economico che partendo dalla letteratura antica e dalla società premoderna giunge fino all'inizio del XX secolo, momento peculiare in cui le donne (nella società e nella scrittura) cercano – e sono destinate a continuare a cercare a lungo – una sintesi tra desideri e realtà, evoluzione e tradizione.

► I memorialisti ungheresi (XVII-XVIII sec.)

► "L'Altro" nella letteratura ungherese (XVII-XX sec.)*

► Il teatro ungherese, il dramma scolastico (XVII-XVIII secolo): modelli europei e peculiarità magiare; influenza dei modelli linguistici, letterari, culturali e folclorici ungheresi sugli inizi del teatro rumeno.

► Letteratura ungherese d'oltreconfine: specificità magiare, modelli ed esperienze interculturali, influssi reciproci linguistici e letterari in particolare nell'area transilvana (XVII-XXI sec.).

► Il 1956 ungherese nella letteratura ungherese; il ruolo degli intellettuali nella rivoluzione del 1956; influenza sulla letteratura e cultura italiana.

► Tra gli autori oggetto della sua ricerca sui quali ha scritto saggi, introduzioni a volumi e articoli: Kata Bethlen, Áron Tamási, Károly Kós, Tibor Déry, Imre Kertész, Magda Szabó. Ha curato l'edizione critica dei volumi "Lettere dalla Turchia (1717-1758)" di Kelemen Mikes (1790-1761)** e "Poesie" di Kata Szidónia Petrőczy (1662-1708)*


*1995-1996 e 1994-1995: borse di ricerca dal CNR e dalla CEU (Central European University, Praga-Budapest)

**1998-2006: progetto di ricerca per una edizione critica in italiano dell’opera "Törökországi Levelek" di K. Mikes (1717-1758) in collaborazione con l’Istituto di Studi Letterari dell’Accademia delle Scienze di Budapest (dipartimento per gli studi sul XVIII secolo), la Cattedra di Lingua e Letteratura Ungherese dell’Università “La Sapienza”, l’Accademia d’Ungheria in Roma. Pubblicazione del volume Kelemen Mikes, "Lettere dalla Turchia", Lithos, Roma 2006, pp. 443 (apparato filologico, storico-critico, biografico, saggio introduttivo e bibliografia a cura di C. Franchi, pp. 23-56; 305-443).

***2007-2009: progetto di ricerca sulla lingua della poesia e della letteratura “al femminile” nell’Ungheria del XVII-XVIII sec. per l’edizione in italiano dell’opera completa della prima poetessa magiara, con la collaborazione con l’Istituto di Studi Letterari dell’Accademia delle Scienze di Budapest (dipartimento per gli studi sul XVIII secolo), la Cattedra di Lingua e Lett. Antica dell’Università ELTE di Budapest (prof.ssa Margit S. Sárdi), Cattedra di Lingua e Letteratura Ungherese dell’Università “La Sapienza” di Roma, Accademia d’Ungheria in Roma. Pubblicazione del volume: Kata Sz. Petroczy, "Poesie", 2009, ed. Lithos, Roma, pp. 229 (apparato storico-critico, note e postfazione di C. Franchi, pp. 184-229).










► Il ricevimento riprende il 25 agosto. Le prime due date per il ricevimento saranno il venerdì pomeriggio (25/08; 01/09), dalle ore 15 alle ore 18.00, presso lo studio della docente in via Beldomandi, 1 al I piano. Successivamente il ricevimento riprende nel consueto giorno e orario del martedì.
La docente riceve gli studenti esclusivamente su appuntamento da concordare via e-mail.

► Nel I semestre dell'A.A. 2017 si terrà il Seminario di Traduzione Ungherese (3 CFU - Altre attività). Nel II semestre si terrà il seminario Uz - La Shoah e l'Europa centro-orientale (3 CFU - Altre attività). Per informazioni: http://www.disll.unipd.it/seminari-ed-incontri-permanenti

► Gli studenti di Ungherese hanno la possibilità di usufruire presso università ungheresi di borse di studio Erasmus e borse di scambio italo-ungheresi del Ministero degli Esteri per un periodo variabile da un mese (borse estive) fino a otto mesi (borse invernali).

► In alcune scuole superiori ungheresi bilingui, vi è periodicamente richiesta di docenti madrelingua italiana di alcune materie umanistiche/scientifiche.

► Gruppi Facebook:
- "Ungherese a Padova" Link : https://www.facebook.com/#!/groups/472567702759527/

- "Ungherese, Letteratura e Traduzione" Link: https://www.facebook.com/groups/1401527696746196/

► Gli studenti dell'Università di Padova che frequentano i corsi di Ungherese hanno inoltre un gruppo facebook (chiuso) dedicato.