Personale docente

Gabriele Bizzarri

Professore associato confermato

L-LIN/05

Indirizzo: Piazzetta G. Folena, 1 - Palazzo Maldura - Padova . . .

Telefono: 0498274893

E-mail: gabriele.bizzarri@unipd.it

2001 Partecipa, presso l’Istituto “Casa de Américas” di Madrid, ad un ciclo di lezioni tenute da Mario Vargas Llosa sul tema “Literatura y poder” (29-10-01/31-10-01).

2002 Assiste ai lavori del ciclo di conferenze dedicate dalla “Casa de Américas” di Madrid ad Alvaro Mutis (“Semana del autor: 28-01-02/3-02-02”), durante le quali realizza un’intervista con lo scrittore.

2003 Realizza un soggiorno di studio della durata di due mesi presso l’Università Autonoma del Messico (UNAM) per studiare gli elementi folklorico-popolari nell’opera di Juan Rulfo.

2004 Dottore di Ricerca in Letterature straniere moderne (curriculum: spagnolo). Tesi in regime di co-tutela tra l’Università di Pisa e l’Università “Complutense” di Madrid, discussa in data 11-06-04: Il romanzo d’avventura di Alvaro Mutis: sulle tracce di un’epica degradata.

2004-2010 Docenza a contratto di Lingue e letterature ispanoamericane presso l’Università della Basilicata. Docenza a contratto di Letteratura spagnola 1 presso l'Università di Padova per le lauree triennali. Laboratorio di Letteratura latinoamericana e di traduzione letteraria per le lauree specialistiche.

2007-2009 Assegno di ricerca biennale presso il Dipartimento di Romanistica dell’Università di Padova, sotto la direzione della prof. Donatella Pini: “Percorsi della naturalizzazione ispanoamericana del surrealismo: il ruolo dell’esilio letterario spagnolo”.

2009 In data 30 novembre 2009 partecipa come relatore alla giornata di studio organizzata da Cecilia Graña presso l’Università di Verona e dedicata al long poem in America Latina, con un intervento sulla ricezione dell’Anabasi di Saint-John Perse in Messico e Colombia («Delle vesti antiche del poeta: il principe-guerriero ed il navigante. Saint-John Perse ed il long poem di viaggio in America Latina»). In data 18 dicembre 2009 partecipa come relatore al IV Congresso sull’esilio letterario spagnolo organizzato dal gruppo GEXEL presso l’Università autonoma di Barcellona, con un lavoro su Ramón J. Sender («El mito y sus trampas: la fuga imposible en Mexicayotl de Sender»).

2010 Vince il concorso per 1 ricercatore di Letteratura spagnola presso la Facoltà di Lettere dell’Università di Padova.

Attualmente è affidatario dei corsi di Letteratura spagnola 1 (lauree triennali) e di Letteratura spagnola 2 (lauree specialistiche).

Dal 2006 è co-direttore (insieme al prof. Alessandro Martinengo) della collana editoriale “Hesperiae: testi di creazione tra Italia, Spagna e America Latina” presso la Casa Editrice ETS di Pisa. Dal 2012 è direttore della collana editoriale "Sghiribizzi. Biblioteca d'ispanistica" (CLEUP, Padova), e fa parte della redazione della rivista online "Orillas" (Padova University Press).

- «Le prose martirologiche di Lorca tra avanguardia e compromiso umano», Rivista di Filologia e Letterature Ispaniche, IV, Università di Pisa, 2001.

- «La comunicazione epistolare come metafora della scrittura in un romanzo di Carmen Martín Gaite ed uno di Antonio Tabucchi», Cuadernos de Filología Italiana, vol. 9, Universidad Complutense de Madrid, 2002.

- «La recuperación de la novela de aventuras en la narrativa de Alvaro Mutis: ¿descubrimiento de nuevos caminos míticos o jocosas refracciones de la posmodernidad?», Anales de Literatura Hispanoamericana, vol. 31, Universidad Complutense de Madrid, 2002.

- «La ruina de la novela de aventuras en la narrativa de Alvaro Mutis», Anthropos, (dossier : Alvaro Mutis. Paraíso y exilio, figuras de un imaginario poético), n. 202, gennaio-marzo 2004.

- «La biblioteca dell’eroe», Rivista di Filologia e Letterature Ispaniche, VIII, Università di Pisa, 2005.

- L’epica degradata di Alvaro Mutis, ETS, Pisa, 2005, pp. 207.

- «Un tiempo y un espacio ajenos: Alvaro Mutis y la problemática recontextualización de la novela de aventuras», América. Cahiers du CRICCAL, n. 34, Université de La Sorbonne Nouvelle, 2006.

- 10) «Luzi e Guillén: la traduzione come umano homenaje», in C. Castillo Peña e J. Pérez Navarro (eds.), De Texto a texto. Traducción, adaptación, reescritura, Unipress, Padova, 2007, pp. 163-174 (è il risultato di un ampliamento del saggio numero 13).

- «L’esilio poetico di Lorca», Artifara. Revista de lengua y literaturas ibéricas y latinoamericanas, gennaio-dicembre 2008.


- «En la colonia penal de Sender: el rescate de los impulsos “antisociales”», Alazet, 19 (2007), Boletín senderiano, 16, pp. 217-244.

- La rappresentazione del sovrannaturale nelle letterature ispaniche tra Ottocento e Novecento: tradizioni, leggende, racconti fantastici, assurdità surrealiste e “realismi magici”, CLEUP, Padova, 2008, pp. 189.

- Susana Bombal, Tre domeniche (traduzione a cura di), ETS, Pisa, 2008.

- «Di reliquie e souvenirs: l’epifania discreta delle “cose” tra vita e letteratura in Tres domingos di Susana Bombal», Rivista di Filologia e Letterature Ispaniche, XII, Università di Pisa, 2009.

- «De las antiguas vestiduras del poeta: Saint-John Perse y el long poem de viaje en América Latina», Cuadernos Americanos: Nueva Epoca, vol. 4, n. 138, 2011, pp. 99-126.

- «El mito y sus trampas: la fuga imposible en Mexicayotl de Sender», in El exilio republicano de 1939 y la segunda generación (coord. por Manuel Aznar Soler, José Ramón López García), 2011, pp. 1017-1026.

- «Immagini di sprovincializzazione: la Madrid cinematografica del primo Almodóvar», Orillas, 1, 2012.

- Tra desiderio e memoria: l’identità in transito nel cinema di Pedro Almodóvar, Cleup, Padova, 2013, pp. 165.

- “Fertili disincontri: appunti per una poetica della traduzione cortazariana”, in Francesco Fava (ed.), Tradurre un continente. La narrativa ispanoamericana nelle traduzioni italiane, Sellerio, Palermo, 2013, pp. 73-102.

- “Reescribir Macondo: América Latina como ‘modelo para armar’ en La materia del deseo de Edmundo Paz Soldán”, Orillas, 3, 2014.

Poesia spagnola d'avanguardia
Romanzo e cinema postfranchista
Letteratura ispanoamericana del Novecento e ultracontemporanea

Il prossimo ricevimento si terrà giovedì 21 settembre dalle 9.30 alle 11.30.